FAQ

1. Quando si vola?
I giganti dell’aria, gli indiscussi protagonisti del Festival, prenderanno lentamente forma in due momenti precisi durante l’arco della giornata: alle ore 7:00 e alle ore 17:00.

2. Perché si vola così presto la mattina o nel tardo pomeriggio?         
La mongolfiera dipende completamente dal vento, si lascia trasportare da esso. Per volare, necessita di venti più stabili. Nelle ore subito dopo l’alba o due ore prima del tramonto è possibile trovare le condizioni meteorologiche ottimali, quali umidità, pressione atmosferica e temperatura favorevoli, in grado di garantire un volo sicuro, senza turbolenze. Questi sono anche i momenti ideali per poter apprezzare al meglio gli splendidi colori, i contrasti di luce e la bellezza di una Murgia senza fine. 

3. Quando non si vola?     
A volte i voli devono essere annullati a causa delle avverse condizioni atmosferiche quali alta velocità dei venti, scarsa visibilità, nubi basse o pioggia. I nostri piloti basano le loro decisioni sulle ultime previsioni metrologiche provenienti dalla stazione meteo di riferimento.

4. Quanto tempo prima è necessario presentarsi sul campo voli?       
È opportuno presentarsi sul campo voli mezz’ora prima rispetto all’orario previsto per il volo scelto.

5. Chi può volare in mongolfiera?           
I bambini di età compresa tra 0 e 5 anni non possono volare. Per la massima sicurezza e divertimento, è necessario che i bambini abbiamo almeno 6 anni e che siano alti almeno 1,20 cm, in modo da poter vedere oltre il bordo del cesto e assumere la giusta posizione durante la fase di atterraggio. È necessario che, durante il volo, siano accompagnati da un adulto responsabile. Non vi è alcun limite di età superiore.

6. Le donne incinta possono volare in mongolfiera?     
No. Se si è incinta o si pensa di esserlo, non si dovrebbe volare in mongolfiera a causa dei possibili sbalzi in fase di atterraggio.

7. Chi non dovrebbe, inoltre, volare in mongolfiera?   
Non sono ammessi al volo persone con problemi cardiaci, alla circolazione, ai polmoni, osteoporosi, problemi della psiche, le persone fragili o gli anziani, coloro i quali non sarebbero in grado di potersi sostenere durante la fase di atterraggio, persone sotto influenza di sostanze stupefacenti o alcool, persone che abbiano svolto attività subacquee nelle 24 ore precedenti il volo, i bambini al di sotto dei 6 anni. Se si sono subiti interventi  chirurgici è obbligo la presentazione del certificato di buona salute.

8. Dove si vola?      
Durante i voli, si sorvoleranno la maestosità della città dei Sassi e l’immensità di una Murgia senza fine.

9. A quale altitudine si arriva?     
Durante il volo si potranno toccare svariate altitudini rispetto al punto di partenza, da pochi metri fino a circa 1000 metri.

10. A quale velocità si vola?           
È il vento che indica la strada da seguire. Ai passeggeri non rimane che godersi lo spettacolo dall’alto e abbandonarsi alla magia di un’ora che non avrà mai fine.

11. Dove si atterra? 
Il punto di atterraggio è determinato dalla direzione che il vento assumerà durante l’intero viaggio. Il pilota, durante il volo, monitorerà i venti per scegliere un posto comodo per l’atterraggio finale che, ovviamente, non è mai programmato in anticipo.

12. Come si ritorna al punto di partenza?
Durante l’intera durata del volo, il pilota sarà in contatto con l’equipaggio a terra che, in fase di atterraggio sarà lì pronta ad aiutare i passeggeri e, quindi, riportarli al punto di partenza con un mezzo motorizzato.

13. Quanto dura il volo?     
Il volo dura circa un’ora, dal decollo all’atterraggio; mentre la durata complessiva delle operazioni di volo, fino al rientro via terra, è di circa 3-4 ore. Assistere al gonfiaggio delle mongolfiere, osservare le manovre dei piloti, sentire il rumore e il calore dei bruciatori e vedere, infine, i giganti dell’aria alzarsi in volo in tutta la loro maestosità, è uno spettacolo davvero indimenticabile.

14. Come ci si sente durante il volo?         
Una volta raggiunta una determinata altezza, non si noterà alcuna turbolenza, in quanto si diventa tutt’uno con il vento, si viaggia con esso, alla sua stessa velocità. Il cesto rimane immobile nella massa d’aria in cui è sospeso. Nelle condizioni di calma in cui si vola non c’è nulla che possa influenzarlo, e il senso di movimento è molto più lento rispetto a quello di un ascensore. Quello che si prova è una sensazione di pace, di tranquillità, quasi come se si galleggiasse in aria e ci si fondesse con essa.

15. Quale tipo di abbigliamento è opportuno indossare?
Non è richiesto alcun abbigliamento in particolare. Basta sentirsi comodi, come per una passeggiata fuori porta. E’ consigliabile indossare dei pantaloni e una giacca leggera, o un maglioncino, in quanto l’aria potrebbe essere fresca durante la partenza, scarpe da ginnastica, un cappellino e occhiali da sole. In caso di pioggia, è opportuno munirsi di ombrelli e k-way.

16. Farà freddo lassù?        
In realtà, lassù si sta più caldi. Lo dice anche la parola stessa “HOT air balloon” (mongolfiera in inglese). Viaggiando con il vento, non si avvertono correnti d’aria gelide e man mano che si sale in altezza l’aria si riscalda.

17. Cosa posso portare con me?    
Porta pure con te la tua macchina fotografica o il tuo binocolo. Ci sarà tanto da guardare e da voler immortalare.

Per avere l'MBF sempre con te scarica l'app gratuita InfoSmartCity

Con il patrocinio di
 
ENIT
Regione-Basilicata
APT Basilicata
Comune di Matera
Matera 2019
Parco-Murgia-Materana
Camera di Commercio Matera
Comune di Gravina in Puglia
 
Golden partners
 
AirDolomiti
Despar
DOpla
MacNil